Tor de Géants 2017 “I giganti tra i giganti” Bosatelli 2° classificato

Tor de Géants 2017 Oliviero Bosatelli di Gandino 2° classificato.

Carissimi Amici di Vivere Bergamo ben ritrovati,

In questo articolo ci sposteremo in Valle d’Aosta per parlarvi del “Tor de Géants” (in patois Valdostano) che in italiano significa il Giro dei Giganti.

Un Trail tra le montagne con partenza e arrivo Courmayeur (Ao), un percorso che tocca 34 comuni per una lunghezza di 330 km tra valichi e passi alpini, la gara non è competitiva e deve essere portata a termine dagli atleti entro le 150 ore, tutto questo rende il Tor de Géants il trial più duro al mondo.

Nonostante la durezza della gara coloro che ambiscono a parteciparvi sono molti, in questa edizione 2017 erano più di 2000 ma solo 750 possono parteciparvi in quanto questo è il numero fisso.

Anche quest’anno la pattuglia bergamasca al Tor e sempre ben rappresentata, naturalmente con la punta di diamante Oliviero Bosatelli, il Vigile del Fuoco di Barzizza (Gandino, Bg). Detto Braccio di ferro, un vero e proprio idolo del Tor de Géants l’anno scorso si impose su tutti col tempo di 75 ore, infliggendo un distacco di 6 ore al secondo classificato.

 

L’edizione 2017 è stata ancora piu interessante, dura e difficile come sempre, giorno e notte sino all’aspirato arrivo di Courmayeur, 2400 metri di dislivello in un su è giù massacrante dove la preparazione atletica e la gestione delle forze va di pari passo con la gestione mentale.

Il Tor de Géants è una gara dura, lo sanno tutti, l’importante è anche partecipare (e noi ceravamo) ma come ogni competizione c’è chi ambisce e possiede le attitudine atletiche per farlo, Franco Colle, Alberto Macchi, Javi Dominguez e il nostro conterraneo Oliviero Bosatelli o Bosa Nazionale come diceva lo speaker.

Alle 06,12 di Mercoledi 13 Settembre con il tempo di 67 ore 52 minuti e 15 secondi, il Basco Javi  Dominguez passava sulla passerella gialla di Courmayeur stabilendo il nuovo record del Trial.

Nelle prime ore della notte il Valdostano Franco colle con un vantaggio di 2, 40 si ritirava, Dominguez appaiato il Colle galvanizzato continuava la sua corsa staccando Bosatelli, che alle 07,15 del mattino arriva al traguardo, abbattendo anche lui il record precedente e migliorando il suo personale di quasi 6, li cera la moglie, il Fans club e molti spettatori lo aspettavano.

Lo aspettavo anch’io in qualità di amico e sportivo, durante il pranzo con Oliviero arrivava sul traguardo Alberto Macchi il Giovane Varesino col tempo di 74.51.14, ma non era solo sulla passerella portava il figlio sulle spalle, a quel punto lo speaker invitava Bosatelli sull’arrivo, inscenando un momento di festa e di dialogo, si, perché il Tor è anche una grande festa.

Carlo Picinali

Cosa ne pensi?

commenti