Pensiero di venerdi 16 dicembre 2016 M.O.Aivanhov

Sofferenze, in che senso si può dire che esse provengono da Dio

La maggior parte delle religioni insegna che le nostre sofferenze provengono da Dio: è Dio stesso che invia delle prove ai giusti perché li ama, ed è sempre Dio a perseguitare i malvagi per punirli dei loro errori e obbligarli a riprendere la retta via.

Aivanhov

Aivanhov

Ma come stanno le cose in realtà? Esistono leggi immutabili che reggono l’universo creato da Dio, come pure il suo funzionamento. Dato che l’essere umano fa parte dell’universo, se egli trasgredisce le leggi, si scontra con le potenze cosmiche e riceve qualche colpo. In un certo senso si può dunque dire che Dio lo punisce. Oppure egli fa degli sforzi per comprendere e rispettare sempre più le leggi; in tal caso, benché le difficoltà che necessariamente incontra siano causa di sofferenza anche per lui, tali sofferenze – che ciascuno incontra sul cammino dell’evoluzione – concorrono al suo corretto sviluppo. Perciò si può anche dire che Dio fa soffrire i giusti: Egli li fa soffrire perché il Suo amore vuole la loro crescita, il loro pieno sviluppo. Questo amore fa anch’esso parte delle leggi cosmiche.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Cosa ne pensi?

commenti