Pensiero del sabato 25 febbraio 2017 M.O.Aivanhov

Amore, la sua sorgente è in noi

Essere amati: ecco come la maggior parte degli esseri umani concepisce la felicità. Certo, essi sono comunque d’accordo sul fatto che anche loro debbano amare un po’, ma credono che la cosa più importante sia essere amati, ed ecco la prova: perché soffrono tanto, quando scoprono che l’essere che amano non ricambia il loro amore, o che non lo ricambia tanto quanto vorrebbero?

Amore

Amore

Per essere felici, attendono che l’amore giunga loro dall’esterno. Se non arriva o viene loro tolto, se ne sentono privi; non credono al proprio potere, alla propria capacità di amare; hanno bisogno di ricevere l’amore da qualcuno di esterno a loro. In realtà, per trovare la pace e la gioia, non dobbiamo aspettare che l’amore ci venga dagli altri, ma dobbiamo contare unicamente sull’amore che viene da noi stessi. Perché è in noi che si trova la sorgente dell’amore, e tale sorgente è inesauribile.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Cosa ne pensi?

commenti