OL BARATÌ dèle homéhe, scambio di semi e saperi – Costa Volpino

Scambio di semi e di saperi, questo sarà il tema centrale della manifestazione che si terrà il 12 febbraio nelle scuole del Piano di Costa Volpino dalle ore 10.00 alle ore 19.00.

Scambio di semi e di saperi

Una giornata in cui contadini, orticoltori, appassionati e gente curiosa, potrà scambiare semenze autoprodotte. Dal piccolo orticoltore al grande imprenditore agricolo, nessuno escluso. Diversi espositori, dalla Liguria al Veneto e dalla Svizzera alla Toscana, porteranno al Piano di Costa Volpino, non solo le loro particolari e uniche semenze da scambiare con altre persone, ma anche i saperi che vivono dietro questi antichi semi selezionati da decenni dall’attento sguardo dell’uomo.

La prima edizione (svoltasi nel febbraio del 2016) è stato il primo evento di questo genere proposto nell’area camuno-sebina e ha riscosso molto successo in termini di presenza e di partecipazione da parte di realtà contadine provenienti da tutta l’area del Nord e Centro Italia. Ma, in particolar modo, ha incuriosito molti ‘non addetti ai lavori’ che hanno partecipato interessati alla manifestazione (oltre 500 persone).

In PIPERITA pensiamo che la produzione e lo scambio di semenze autoprodotte abbia la stessa importanza – se non maggiore – dell’autoproduzione degli ortaggi che portiamo sulle nostre tavole. Sapere selezionare e conservare le semenze di varietà che crescono nei nostri campi, significa selezionare, anno dopo anno, le piante che meglio si abituano a quel particolare ambiente, ottenendo prodotti più sani e meno esigenti di cure. Molte varietà di ortaggi si sono letteralmente estinte dopo il boom delle ditte semenziere, le quali vendono a pochi centesimi qualsiasi tipo di seme di ortaggi. In questo modo abbiamo perso i sapori delle centinaia di varietà selezionate dai nostri nonni nei decenni passati e, insieme a questi, abbiamo perso anche il sapere di come poter fare a selezionare e a conservarli correttamente.

Alle ore 16 si terrà una tavola rotonda dal tema “Cerealicoltura di montagna: problematiche e prospettive” che vedrà a confronto diverse realtà e associazioni di coltivatori di cereali antichi.

Sarà inoltre possibile degustare dalle ore 12 i piatti della tradizione contadina con prodotti dell’area camuno-sebina (gradita la prenotazione via mail associazione.piperita@gmail.com).

 

Cosa ne pensi?

commenti