La Gilda delle Arti in tournée, a Dalmine in scena Shakespeare

Misura per misura è una commedia di William Shakespeare, scritta nel 1603. Come gran parte delle opere del Bardo, è incentrata su una delle questioni più dibattute nella storia dell’umanità: il confine tra legge e giustizia. Lo spettacolo, a ingresso libero, avrà luogo sabato 11 febbraio 2017 presso il teatro di Sforzatica S. Maria (Dalmine) alle ore 20.45 ed è interpretato dagli allievi della compagnia La Gilda delle Arti in una riduzione di circa un’ora e mezza.

Eventi a Bergamo

KEEP CALM AND PLAY SHAKESPEARE – CORSO PER ADULTI

Misura per misura si inserisce all’interno del progetto Keep calm and play Shakespeare che la compagnia teatrale “La Gilda delle Arti” ha intrapreso alla fine del 2015: si tratta di un programma a lungo termine, che intende portare in scena spettacoli firmati da W. Shakespeare, affinché si possa gustare l’opera di questo grande poeta… tutti sanno chi è, ma pochi lo conoscono davvero.

A mettere in scena Misura per misura sono gli undici allievi del corso di teatro per adulti, organizzato da La Gilda delle Arti a partire da ottobre 2016: in quindici incontri, oltre a fornire le basi dell’interpretazione attoriale, la compagnia ha creato un adattamento del copione e guidato il gruppo nell’allestimento e nel montaggio dell’opera.

Gli altri spettacoli che appartengono al progetto

 “Romeo e Giulietta. Un amore senza lieto fine” – inscenato con i ragazzi dell’oratorio di Sforzatica il 16 aprile 2016 e replicato presso il Teatro Civico di Dalmine il 10 dicembre 2016

 “Molto rumore per nulla” – spettacolo degli allievi under 25 della compagnia, in tournée

 “Romeo e Giulietta 2.0” – spettacolo in lavorazione con i giovani del C.A.G. del comune di Treviolo

TRAMA

Il duca di Vienna decide di partire per un lungo viaggio e deve delegare a un vicario il governo della città. La sua scelta ricade su Angelo, uomo casto e austero, che sembra non aver mai commesso una colpa nella vita. Una volta asceso al trono, Angelo stabilisce pene severissime per far meglio rispettare le leggi, tra cui la condanna a morte per chi pratica l’amore licenzioso: tra i condannati c’è un tale Claudio, fratello di Isabella. Per scongiurarne la decapitazione, Isabella si reca a palazzo e supplica la clemenza di Angelo che, invaghitosi, le propone di giacere con lui in cambio della liberazione di Claudio. Isabella si oppone al ricatto, e in suo aiuto giunge un misterioso frate Ludovico, che le suggerisce il modo di ingannare il vicario. Angelo giacerà con un’altra donna, pensando che si tratti di Isabella, ma non risparmia comunque Claudio: allora il frate si rivela per essere il duca di Vienna; egli non era affatto partito, ma aveva osservato l’operare di Angelo sotto mentite spoglie. La conclusione della commedia consiste nella condanna a morte di Angelo, che però viene scongiurata da Isabella, che chiede pietà per lui.

CAST: Elena Cavagna, Marina Citerio, Matteo Colleoni, Dario Conconi, Claudia Corti, Elisa Ghisleni, Elisa Malavasi, Chiara Neviani , Alessandra Rocca, Monica Rocchetti, Gaia Tentolini

REGIA: Miriam Ghezzi

DIREZIONE ARTISTICA: Nicola Armanni

Scrivi la tua recensione: