Ferrovia della Valle Brembana 12 Luglio del 1906

Ferrovia della Valle Brembana 12 Luglio del 1906

Un articolo che vuole raccontare il lungo percorso di studio sulla Ex Ferrovia della Valle Brembana . Questo studio vuole valorizzare e promuovere quegli aspetti storici e sociali che nei primi anni del Novecento avevano portato in Valle Brembana benessere e progresso . Qui una gallery per un viaggio nel tempo:

Ricordiamo che il contesto socio – economico non era dei migliori in quanto la valle non era una valle ricca , la mortalità infantile era di 1 bambino su 4 , era una valle dove i contadini andavano a tagliare la legna per i signori . Allo sfarzo dei merletti e signore che venivano già nei primi anni del Novecento a San Pellegrino Terme per bere la famosa acqua San Pellegrino , si accosta una fotografia più triste , che dipinge secondo noi quel immagine che ancora oggi gira e cioè del Bergamasco gran lavoratore e onesto . 

Ferrovia Valle Brembana

Agli inizi di luglio tutto è pronto per l’ inaugurazione di quello che sarà ricordato dalla storia come il più grande sviluppo economico e sociale della Valle Brembana e cioè l’ arrivo della Ferrovia . Vengono preparati manifesti e l’ Eco di Bergamo dell’epoca celebrerà l’ evento con più articoli cosi come anche il Giornale di San Pellegrino .

In attesa dell’attivazione della Centrale di San Giovanni Bianco i Treni verranno Illuminati grazie a batterie di accumulatori, mentre le stazioni con impianti locali .

Inizialmente la linea era servita da locomotive a vapore , la società che fornirà i treni è la Orenstein und Kuppel che fornirà sei treni a vapore per l’ inizio de’ attività .

Giovedi 5 Luglio gli ingegneri Gianfranceschi e Ligabue , accompagnano il capo del Circolo Ferroviario di Milano Cav . Bianchini alla visita di ricognizione a bordo di un treno straordinario partito da Bergamo alle ore 8,20 .

Arrivati a San Pellegrino Gianfranceschi telegrava al Ragionier Luiselli segretario della Società che la visita è riuscita felicemente e di sollecitare Roma per il giro di ricognizione definitivo .

Il gran giorno arriva e il 12 Luglio del 1906 alle ore 7,26 parte il primo treno passeggeri proveniente da Bergamo.

I treni erano composti da 3 eleganti carrozze di seconda classe , con due reparti di prima e una bagagliera in cui trovarono posto più di cento passeggeri . Da Bergamo a San Pellegrino in 25,920 Km . La Linea era lunga 25,920 Km, e prevedeva 5 corse giornaliere in Andata e Ritorno :

Da Bergamo : Omnibus 6,10, Diretto 8,18, Omnibus 12,38, accellerato 14,35, omnibus 18,10

Da San Pellegrino : omnibus 4,38 e 7,57, diretto 12,38 , omnibus 16,28, diretto 21,30

Le Fermate :

I treni omnibus effettuavano tutte le fermate che erano le seguenti :
Bergamo, Borgo Palazzo , Borgo Santa Caterina , Valtesse, Pontesecco, Ponteranica, Petosino, Paladina , Almè , Villa d’ Almè, Clanezzo , Sedrina , Brembilla , Zogno , Ambria , San Pellegrino Piazzo , San Pellegrino Terme.
I treni Omnibus percorrevano il tragitto in un ora e 20.

Diretti fermavano : Villa d’ Almè , Ambria e zogno e Impiegavano poco meno di un ora.

Accellerato Fermava : Borgo Santa Caterina, Ponteranica, Paladina, Villa d’ Almè , Brembilla, Zogno, Ambria .
impiegava un’ ora e otto minuti.

I prezzi dell’ epoca :

Andata e ritorno lire 3,40 in prima classe mentre in seconda classe lire 2,20. Solo andata : Lire 2,10 in Prima Classe e in seconda classe lire 1,35. I prezzi rimarranno invariati per parecchi anni.

Dieci anni dopo nel 1916 il biglietto Bergamo – San Pellergino sarà di lire 1,50 andata, lire 2,40 andata e ritorno in seconda classe lire 2,30 e 3,65 in prima classe. Arrivano i primi bilanci : nel primo anno di attività il personale era composto da 59 dipendenti . L’ ing, Gianfranceschi aveva uno stipendio annuo di lire 4,800 Rimarrà in carica fino al 1908

– Fattorini e Deviatori percepivano uno stipendio mensile di lire 60

– Macchinisti e capistazione percepivano un stipendio di lire 100 – 150

Il 5 Ottobre 1906 viene aperta la Stazione di San Giovanni Bianco , portando il tracciato a 30Km.

Per la stagione del 1907 che inizò il 20 di giugno i treni ordinari vengono portati a otto coppie , di cui 4 diretti con fermate a Villa d’ Almè – Zogno. Il tragitto veniva effettuato in 50 Minuti .

Tale Studio è stato realizzato utilizzando il Volume ” Il Sogno Brembano ” redatto nel 2006 da Casa editrice Corponove.

Per ulteriori informazioni storiche chiama 347 217 0797   info.associazionefvb@gmail.com

Testo e documenti storici a cura dell’Associazione Ferrovia Valle Brembana

Cosa ne pensi?

commenti